Percorsi

Principessa Saracena

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail

Su questo tratto di costa, dalla morfologia particolarmente accidentata, possiamo osservare un elemento geologico molto particolare e come, gli agenti esogeni (principalmente i fattori climatici), con la loro azione di disgregazione e alterazione delle rocce, hanno prodotto un paesaggio spettacolare per ricchezza di forme erosive.

I rilievi di questo tratto di costa appaiono frazionati in grandi blocchi, di dimensioni anche notevoli, lungo profonde superfici di frattura, diaclasi. Molte volte le rocce di natura arenaria sono cariate da un’infinità di piccole sculture alveolari, denominate tafoni (gli stessi che in Sardegna sono detti domus de janas  “case delle fate”), a formare un susseguirsi di ricami e intagli. Forme dovute all’azione espansiva del sale che una volta penetrato nelle rocce, cristallizza aumentando di volume, frantumando dall’interno le rocce. Questo processo, noto come Aloclastismo, molto lento nell’avviarsi, diventa più spinto una volta formata una piccola concavità, nella quale l’acqua di mare e l’umidità, al riparo dal sole hanno più tempo per farsi assorbire dalla roccia.

Altre forme di erosione segnano fortemente il paesaggio arenario, facendogli assumere aspetti davvero singolari e che da sempre stimolano la fantasia dell’uomo. È questo il caso dello scoglio della tartaruga oppure quello della principessa saracena, una roccia che ricorda il profilo di una donna che, secondo la leggenda, raffigura l’intenso amore vissuto tra una bellissima principessa saracena e un pescatore del luogo.

Si racconta che la principessa Hadija tutte le sere, al tramonto, aspettasse il ritorno del pescatore proprio su questi scogli, fino a quando una triste sera non fece più rientro. E fu così che Hadija, spinta dall’insopportabile sofferenza, volle anche lei dare la sua vita a quelle acque, in modo da unire il loro amore per sempre. Nettuno, il dio del mare, commosso da tanto dolore, volle rendere eterno il loro amore pietrificando la figura della principessa su uno scoglio, volta a fissare il mare, ad aspettare il suo perduto amore.

…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

hotelcastellabate.it consiglia l’utilizzo di una guida esperta. Il percoso è incontaminato e a tratti privo di sentieri ben definiti, per questo non è opportuno avventurarsi senza possedere una buona conoscenza del territorio.
Per informazioni [email protected] 

Principessa Saracena

Punta Tresino

email:
[email protected]

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail

Focus on

Castellabate house

castellabate house 009

In posizione strategica all’ingresso di Santa Maria di Castellabate, questi deliziosi appartamenti arredati con gusto e cura di ogni particolare, dalle finiture…

link

Casa Angela

appartamento angela terrazzo

In contesto panoramico sul meraviglioso mare di S.Maria di Castellabate, affittasi splendido appartamento con sei posti letto. Dotato di ogni comfort, internet, tv…

link

Castellabate Suite

LSCD8081elab-bassa

Proprio al centro di Santa Maria di Castellabate, sulla bellissima spiaggia Marina Piccola nasce Castellabate Suite, un casale d’epoca ristrutturato, proprio sul mare..

link